Protocollo controfasico

Il protocollo controfasico è una innovativa modalità terapeutica, ideata e sviluppata dal Dottor Menchini in oltre 20 anni di studi come evoluzione del protocollo terapeutico della vitiligine che ha sempre eseguito, efficace e semplice.

About us

Posso davvero guarire dalla vitiligine?

Guarire dalla vitiligine è possibile già oggi! Molti sono i pazienti a cui ormai abbiamo detto di non tornare più a visita perché completamente colorati da oltre 2 anni. Tutti i nostri sforzi nella ricerca degli ultimi 20 anni sono dedicati al far raggiungere, al più alto numero possibile di pazienti, questo risultato. Il protocollo controfasico è ad oggi il metodo che assicura più facilmente l’ottenimento di questo splendido traguardo, ed è in continua evoluzione per migliorare sempre più.

E’ davvero possibile curare efficacemente la vitiligine?

Curare la vitiligine efficacemente oggi è la normalità, solo una piccola percentuale di pazienti raggiunge risultati sotto le aspettative, nella maggioranza  le chiazze si chiudono con la terapia adatta. Alla clinica Dermacademy, il Dottor Menchini ed il suo staff di dermatologi, offrono la terapia più avanzata ed efficace, il protocollo controfasico.

Come è nato il protocollo controfasico per la cura della vitiligine?

Il campo di studi del Dottor Menchini è stato lo studio e la terapia della vitiligine fin dall’inizio della sua carriera, ormai oltre 20 anni fa. Durante questi anni, il Dottor Menchini, ha visitato e curato oltre 12 mila pazienti, creando il database fotografico di vitiligine più ampio al mondo (ad oggi oltre 195.000 fotografie). La strada intrapresa dalla ricerca del Dottore nel campo della vitiligine si compie su due strade parallele, la cute ed il sistema immunitario, vero nodo centrale della vitiligine. Questo ha permesso di creare protocolli terapeutici sempre migliori nel regolare efficacemente la risposta immunitaria e interrompendo l’attacco autoimmune. Probabilmente per questo motivo ora il protocollo controfasico risulta essere l’arma più efficace nella cura della vitiligine.

Il protocollo controfasico è valido a livello scientifico?

Il protocollo controfasico è ormai al centro di letture congressuali e pubblicazioni scientifiche, la pietra miliare sul quale si fonda il metodo è la pubblicazione scientifica del 2013 sulla prestigiosa rivista scientifica American Journal of Clinical Dermatology, dove il Dottor Menchini per primo al mondo descrive i pattern di depigmentazione delle chiazze di vitiligine, scoprendo in poche parole come la vitiligine peggiora e cosa succede nella pelle quando questo accade. Questa scoperta apre il campo all’innovativo sistema di cura basato sull’attività immunitaria e sul suo metro di misurazione, il Vitiligo Activity Index. Quest'anno il Protocollo controfasico sarà presentato al Congresso Mondiale di Dermatologia.

Perché funziona meglio delle altre cure?

Perché nasce dopo 20 anni di attenta osservazione di pazienti fotografati e controllati nel tempo. Perché il protocollo controfasico prende in considerazione nel modo corretto non solo la cute che è l’organo bersaglio ma anche il sistema immunitario che è la causa della vitiligine.

Come posso curarmi con il protocollo controfasico?

Semplice, è necessario prenotare una visita presso l'Istituto Dermacademy di Scienze Dermatologiche, durante la quale verrà visitato con scrupolosità dal collega specializzato in questo tipo di cura e fotografato nelle singole chiazze con luce di Wood, al termine della visita verrà prescritta la terapia corretta per lei e richiesto un controllo ad una distanza di tempo variabile da 2 a 4 mesi a seconda dei casi. Normalmente trasferiamo le foto su USB pendrive (chiavetta USB) che il paziente si porta da casa, affinché lo stesso paziente possa monitorare i cambiamenti durante il tempo tra un controllo e l’altro.

Chi prescrive il protocollo controfasico?

L'Istituto Dermacademy, oltre al Dottor Menchini che ne è il Direttore Sanitario, ha uno staff di colleghi ultraspecializzati nel campo della vitiligine formati sul protocollo controfasico. Il protocollo controfasico è ormai codificato con precisione, e non permette differenze significative da medico a medico. Il Protocollo Controfasico è nato da una intuizione del Dottor Giovanni Menchini ed è stato sviluppato in 20 anni di meticolosa ricerca; ad oggi gli unici “titolati” all’applicazione del protocollo sono i componenti dell’equipe dell’Istituto Dermacademy, che sono stati formati dallo stesso Dottor Giovanni Menchini, che ne conoscono perfettamente le procedure di applicazione.

Per evitare impieghi impropri e terapie errate a danno dei pazienti e visto l’importante successo scientifico ottenuto, il dottor Menchini organizzerà a breve specifici corsi di formazioni per colleghi dermatologi interessati alla cura della Vitiligine attraverso il Protocollo Controfasico. 

In quale percentuale di pazienti funziona il protocollo controfasico?

Se ben eseguito, il protocollo controfasico raggiunge una ottima ricolorazione delle chiazze nell’87% dei casi.

la prima visita per la vitiligine

La prima visita è un momento cruciale. Si esegue il colloquio iniziale durante il quale vengono richiesti dati anamnestici sulla propria vitiligine, sulla familiarità, su eventuali altre malattie.

Se il paziente li ha già effettuati vengono anche controllati gli esami del sangue.

La visita prosegue sotto la luce di wood e vengono effettuate rilevazioni fotografiche con speciale flash di Wood in alta definizione per stabilire l’esatta attività della vitiligine.

Le fotografie rimangono nella cartella computerizzata dell'Istituto per poterle consultare durante le visite di controllo, ma se il paziente ne richiede una copia ed è in possesso di una comune pendrive USB (consigliamo un taglio di memoria minimo di 4 Giga-Bytes) possono essere semplicemente esportate e consegnate.

Al termine il medico decide la terapia adatto al singolo paziente per lo specifico momento di attività della malattia in base ai dettami del protocollo controfasico.

La terapia può comprendere Vitamine, farmaci, integratori e fototerapia a secondo dei casi ed è disegnata per essere eseguita comodamente a casa propria.

la visita di controllo

A distanza di un tempo variabile fra 2 e 4 mesi viene eseguita la visita di controllo. Come durante la prima visita, viene effettuata una attenta valutazione della cute del paziente sotto la luce di Wood e eseguite le fotografie in alta risoluzione. Al termine di ciò, il medico ed il paziente insieme, osservano e valutano le differenze di colorazione delle macchie di vitiligine. Successivamente il medico calcola il Vitiligo Activity Index del paziente in quel momento e prescrive la terapia corretta secondo il Protocollo controfasico e consegna le fotografie su un supporto USB al paziente. Si concorda la visita di controllo successiva, anch'essa a una distanza di tempo variabile di 2-4 mesi a seconda dei casi.

E' bene ricordare ai pazienti che devono indossare biancheria intima di colore nero o blu per non rendere difficile la visione della pelle con luce di Wood che riflette eccessivamente i colori chiari.

gli esami del sangue per la vitiligine

Pur non esistendo esami del sangue che indichino come la vitiligine sta procedendo, è necessario eseguire una serie di esami del sangue che possono farci capire se si è affetti da altre malattie che alla vitiligine si possono associare.

Gli esami in questione possono anche essere eseguiti in un secondo momento rispetto alla visita perche, non essendo rivolti alla vitiligine stessa, non influenzano la visita o la terapia:

1

Controllo ematico generale

Emocromo con formula
2

Funzionalità torioidea

TSH
FT3
Anticorpi anti Tireoglobulina
Anticorpi anti Tireoperossidasi
3

Funzionalità endocrina pancreatica

Emoglobina glicosilata
4

Funzionalità gastrica

Anticorpi anti mucosa gastrica (o cellule parietali gastriche)
Omocisteinemia
Viatmina B12Acido Folico
5

Screening Autoimmunità

Anticorpi anti ENA
Anticorpi anti ANA
Anticorpi anti Muscolo Liscio
Anticorpi anti Gliadina
Anticorpi anti Endomisio
Anticorpi anti Transglutaminasi
6

Metabolsimo vitamina D

Vitamina D3
Paratormone
Calcemia

Alcuni risultati del Protocollo Controfasico nella cura della vitiligine, provate a trovarne di migliori altrove........

COME PRENOTO LA VISITA

La visita si prenota chiamando l’Istituto Dermacademy allo 050/8068110. La visita sarà eseguita da uno o più medici della equipe specializzati nella cura della vitiligine. Il Dottor Menchini è pressoché sempre presente in clinica, di cui è Direttore Sanitario e della quale sovrintende l’attività clinica e di ricerca.

CURA DELLA VITILIGINE ©2019

Dott. Giovanni Menchini - Via Darsena, 2, 56121 Pisa
Tel: +39 050 8068110 - Email: info@curadellavitiligine.it
P.IVA: 01546160506

Search