Vitiligine: che influenza ha il sole?

 In Risposte agli utenti
Nome utente: Rossana
Domanda: 

Salve sono una donna ucraina affetta da 8 anni da vitiligine,quest anno non ho volutu rinunciare al sole,come consigliato dai medici e mi sono un po auto regolata ho comprato in farmacia un prodotto che aiuta ad abbronzarsi carovit e una crema protettiva +60 e mi sono esposta al sole quasi tutti i giorni.
Con mia sorpresa ho notato che le chiazze di vitiligine cominciano a restringersi in alcune parti cominciano ad apparire puntini all interno ,vorrei un votro parere
Grazie

Cara Rossana,

le cellule che vengono distrutte dal sistema immunitario nella vitiligine sono i melanociti, queste cellule sono a tutti gli effetti dei fotorecettori, cioè a seguito della esposizione alla luce effettuano una azione.

Le azioni effettuate dai melanociti a seguito della esposizione solare sono molte, le principali quelle di produrre melanina e riprodursi aumentando così di numero.
Da queste prime frasi capirai che l’esposizione estiva della pelle nella vitiligine gioca, volenti o nolenti, un ruolo, che  prima vista potrebbe sembrare esclusivamente positivo.
Purtroppo la vitiligine non è una semplice carenza di queste cellule (i melanociti) ma una malattia durante la quale queste cellule vengono attivamente distrutte e l’esposizione solare gioca un ruolo anche nell’influenzare il sistema immunitario e la battaglia che svolge nella vitiligine.

La vitiligine, generalmente, peggiora solo alcuni mesi dell’anno (fortunatamente, altrimenti tutti i malati non avrebbero un centimetro quadro di colore dopo poco dall’insorgenza della malati), per il resto del tempo rimane stabile (nella nostra espoerienza generalmente abbiamo un rapporto di circa 9 mesi di stabilità contro 3 circa di peggioramento).

Durante i mesi di peggioramento il sistema immunitario distrugge le cellule melanocitarie e nella cute dei pazienti si assiste ad una battaglia microscopica che influenzata dalla esposizione solare in senso peggiorativo, soprattutto se l’esposizione è prolungata, senza protezioni o peggio ancora con lampade ad hoc.

Nei mesi di stabilità non si assiste a nessuna “battaglia” il campo è sgombro dal sistema immunitario e il sole svolge la sua normale azione di promozione della crescita dei melanociti e di produzione di melanina.

Probabilmente ti sei esposta al sole in uno di questi momenti di stabilità della vitiligine ed esso ha giocato in tuo favore.
Purtroppo non molti medici conoscono questi fatti o sanno giudicare una vitiligine in peggioramento rispetto ad una stabile e preferiscono comportarsi come credono, alcuni consigliano sempre la fototerapia, altri la negano sempre.
Il riconoscimento delle fasi della malattia vitiligine è stato da noi per primi introdotto e pubblicato in diversi congressi internazionali e non, spiegando in quei consessi come si fa per capirlo, semplicemente.
Da questo riconoscimento derivano anche le diverse terapie che vengono praticate da noi ai pazienti a seconda appunto della fase, per portare un peggioramento alla stabilità ed infine al miglioramento fino alla ripigmentazione completa.
Dunque stai attenta ad esporti sempre e come vuoi perchè un giorno potresti avere delle sorprese non gradite, affidati ad un collega esperto.

Bibliografia

  1. Menchini G., Comacchi C. Proposta di un indice clinico di attività della malattia: il V.A.I. II congresso Internazionale di Dermatologia Plastica – Milano- 6-8 Marzo 2008
  2. Menchini G., Comacchi C. Un nuovo sistema di valutazione terapeutica, il Vitiligo Activity Index 17° congresso Associazione Italiana Dermatologia Ambulatoriale  – Riccione- 1-4 Ottobre 2008
  3. Menchini G., Comacchi C. Le novità terapeutiche della vitiligine. 17° congresso Associazione Italiana Dermatologia Ambulatoriale  – Riccione- 1-4 Ottobre 2008
  4. Menchini G., Comacchi C. Treating vitiligo in relation to the Vitiligo Activation Index (V.A.I.): Two years of experiences 19th Congress of the European Academy of Dermatology and Venereology, Gothenburg, Sweden. 6-10 October 2010.
  5. Menchini G., Comacchi C. VAI: Vitiligo Activity Index. Sinergie Ambulatorio – Universit à – Ospedale: il percorso del paziente alla luce dei nuovi protocolli terapeutici 18-19 Marzo Arezzo