Vitiligine da farmaci

 In Risposte agli utenti
Nome utente: Serena e Roberto
Domanda: 

Buona giornata Dr. Giovanni,

…….Dalle tue parole di sabato ci pare d’aver capito che ritieni assolutamente ininfluente l’assunzione di farmaci sulla comparsa della vitiligine. Perchè?
Leggendo qua e là ho trovato pareri di chi invece ritiene che, nei soggetti predisposti, la vitiligine si manifesti a seguito di intossicazione epatica a causa di infezioni piuttosto che di medicinali o cibi, ecc.
Cosa ne pensi?
Grazie per il tempo che vorrai dedicarci.
Ciao.

Cari Serena e Roberto,
oltre che in privato vi rispondo in pubblico perchè la domanda che mi ponete potrebbe interessare molte persone e dunque mi sembrava di aiuto per tutti perdere qualche minuto per meglio far comprendere certi concetti sulla vitiligine.

Anche se l’etiologia e la patogenesi (causa e estrinsecazione ndr.) della vitiligine non sono ancora del tutto conosciute, è chiaro che la malattia si presenti attraverso meccanismi autoimmunitari in soggetti geneticamente predisposti in maniera del tutto imprevedibile.

Esistono tuttavia casi di vitiligine indotta da farmaci (o facilitata, chi può mai dire se in questi soggetti la vitiligine si sarebbe presentata comunque in un secondo momento anche senza l’assunzione di questi farmaci?).

Anche i meccanismi attraverso i quali certi farmaci o medicazioni inducono vitiligine sono non del tutto chiari, tuttavia è certo che alcuni farmaci inducono vitiligine.

I principali meccanismi attraverso i quali la vitiligine può essere indotta da farmaci sembrano essere:

  • I farmaci che inducono e attivano i linfociti T citotossici (un tipo di globuli bianchi) che combattono gli antigeni dei melanociti
  • I farmaci che danneggiano le fibre del sistema nervono simpatico (inclusi i nervi della cute) connessi ai melanociti da sinapsi nervose
  • Farmaci che hanno un effetto tossico diretto sui melanociti

I farmaci ed i medicamenti che sono correlati con lo sviluppo della vitiligine, ad oggi conosciuti, sono:

  • Anticonvulsivanti come la carbamazepina, l’acido valproico, il Clonazepam e la fentoina
  • Farmaci antimalarici come la clorochina e la Chinina (o Chinino che dir si voglia)
  • Farmaci per il Parkinson come il Tolcapone e la Levodopa
  • Alcuni farmaci per l’alopecia areata coem il Difenciprone ed il Dibutil estere dell’acido squarico
  • Altri farmaci come l’Interleuchina-2, l’Interleuchina-4, gli Interferoni, l’Infliximab, la Flufenazina, la Clofaximina, la Dopamina, l’Idrochinone (ed i suoi derivati), i beta bloccanti, il Ganciclovir, e l’Insulina lispro (Humalog)

Tutti i farmaci ad oggi conosciuti, quà mostrati, sono “importanti” e la loro assunzione non può avvenire per caso ma solo per curare malattie piuttosto serie.

Per quanto riguarda il cibo poi, se consideriamo che la vitiligne è uniformemente distribuita su tutto il globo, risulta chiaro che avremmo già dedotto cose importanti da variazioni della sua incidenze in base alle abitudini alimentari delle popolazioni meno colpite, tuttavia questo non ci risulta.

Non ci risultano incidenze della vitiligine inferiori in alcune popolazioni piuttosto che in altre, dunque risulta difficile che l’alimentazione possa giocare un ruolo davvero importante.

Bibliografia

  1. Huggins RH, Henderson MD, Mulekar SV, Ozog DM, Kerr HA, Jabobsen G, Lim HW, Hamzavi IH. Melanocyte-keratinocyte transplantation procedure in the treatment of vitiligo: The experience of an academic medical center in the United States. J Am Acad Dermatol. 2011 Aug 22.
  2. Gan EY, van Geel N, Goh BK. Repigmentation of leukotrichia in vitiligo with non-cultured cellular grafting. Br J Dermatol. 2011 Jul 25.
  3. Gupta S, Chandrashekar BS, Reddy R, Jagadish P, Asati D. Rapid induction of suction blisters by intra-cavity positive pressure enhancement. Dermatol Surg. 2011 Jun;37(6):843-5
  4. Holla AP, Kumar R, Parsad D, Kanwar A. Modified Procedure of Noncultured Epidermal Suspension Transplantation: Changes are the Core of Vitiligo Surgery. J Cutan Aesthet Surg. 2011 Jan;4(1):44-5.
  5. Mulekar SV, Al Issa A, Al Eisa A. Nevus depigmentosus treated by melanocyte-keratinocyte transplantation. J Cutan Aesthet Surg. 2011 Jan;4(1):29-32.
  6. Paul M. Autologous Non-cultured Basal Cell-Enriched Epidermal Cell Suspension Transplantation in Vitiligo: Indian Experience.  J Cutan Aesthet Surg. 2011 Jan;4(1):23-8.